top of page

LA GEOLOGIA DEL TERROIR

 

La macrozona dell’Oltradigeie

Ca. 20.000 anni fa avvenne l’ultima e più importante progressione glaciale dell’era würmiana. Si creò un ghiacciaio esteso dal quale emersero solo le vette più alte come il Roen.

 

Il lento flusso del ghiaccio ha dato all’Oltradige la tipica morfologia di un fondovalle glaciale con importanti accumuli di sedimenti. Gli strati di sabbie, ghiaie e morene glaciali sono state sagomate in lunghe dorsali allineate parallelamente al flusso del ghiaccio.

 

Sono questi dolci terrazzamenti vallivi che danno il loro carattere al naturale paesaggio viticolo.

DSCF8729_edited_edited_edited.jpg
DSCF8776_edited.jpg
DSCF8776_edited.jpg

 

La microzona di Riva di Sotto

La tenuta Cora si trova direttamente sotto alla terrazza morfologica di Missiano. Questa terrazza segna il confine stratigrafico tra le vulcaniti permiane (porfidi rossi – età 400 mio di anni) e i sovrastanti sedimenti mesozoici della Mendola (rocce bianche carbonatiche; depositi marini).

Ca. 15.000 anni fa inizia il ritiro del ghiaccio e si formano due lingue glaciali separate: una nella attuale valle principale dell’Adige e l’altra nell’Oltradige. 

In corrispondenza della attuale tenuta Cora si forma un grande lago glaciale con deposito di consistenti banchi di sabbie fini. Queste sabbie vengono nuovamente coperte dal ghiaccio in una successiva fase fredda e quindi, pressati dal peso, sottoposti ad un forte consolidamento. Nel linguaggio locale vengono chiamati “Kampferde” che significa “terra da lottare” per esprimere la loro durezza e la difficoltà della loro lavorazione.

Questi straordinari sedimenti glaciali, l‘esposizione verso sud-est con una intensa insolazione fin dal primo mattino e un’areazione con venti freschi verso sera, costituiscono condizioni ideali per la buona vegetazione dei vini Cora.

bottom of page